The power behind the new reality
 

La potenza al servizio della nuova realtà

Per essere competitivi in questi tempi incerti, bisogna operare in modo più intelligente che mai. E considerato che il modo di lavorare e il luogo in cui farlo condizionano la forza lavoro, occorre rivolgersi alle tecnologie di ultima generazione e in particolare a quelle basate sull'intelligenza artificiale. Per essere pronti a questa nuova realtà e all'idea di poter lavorare ovunque, per quanto complessa sia ogni attività, serve la potenza, la sicurezza e l'affidabilità delle più recenti workstation.

Intel-logo

 

In tempi difficili, come nel corso di una pandemia, nascono sfide aziendali senza precedenti. Come prevedere la domanda dei clienti e organizzare di conseguenza la supply chain se l'operatività è soggetta a interruzioni in ogni fase?

In che modo fornire ai clienti il supporto necessario durante il lockdown, 24 ore su 24, 7 giorni su 7?

E in particolare: come supportare la forza lavoro e fare in modo che possa operare nel modo più normale possibile quando le restrizioni impongono forti limiti su quello che può fare e dove?

 

L'intelligenza artificiale alla sua piena maturità

La risposta a queste domande è accelerare la creazione di una forza lavoro più omogenea e introdurre tecnologie basate sull'intelligenza artificiale per aumentare la produttività.

L'intelligenza artificiale non è di per sé una novità. Il termine è stato coniato circa 65 anni fa. Ma oggi sta mantenendo le tanto attese promesse. Descritta come la "tecnologia che definisce la nostra epoca" da PwC1, ha creato moltissime nuove opportunità, dall'analisi intelligente dei dati a processi decisionali migliori, fino al riconoscimento vocale alla base della diffusione dei chatbot online.

Questi assistenti digitali online sono ora ampiamente accettati come prima linea di supporto in campi diversissimi, ad esempio vendita al dettaglio online, assistenza sanitaria, servizi finanziari e pubblica amministrazione.

Più di tre quarti dei consumatori (77%) usano applicazioni basate sull'intelligenza artificiale e il mercato di tali prodotti è in rapida crescita. Si prevede che varranno più di 15.700 miliardi per l'economia globale entro il 2030secondo PwC.1 Per il 72% dei dirigenti aziendali degli Stati Uniti, l'intelligenza artificiale e l'automazione da essa prodotta saranno il vantaggio aziendale del futuro.1

 

I 507.019 anni di vantaggio della tecnologia

Questi progressi tecnologici sono possibili solo grazie all'uso di un hardware altrettanto smarter per realizzarli. È difficile sovrastimare l'entità del miglioramento in capacità e velocità di elaborazione che è alla base della nuova realtà.

Ad esempio, oggi una GPU (Graphics Processing Unit) può eseguire 16.000 miliardi di calcoli, o decisioni, al secondo. Una persona che dovesse prendere lo stesso numero di decisioni impiegherebbe 507.019 anni.

 

Al lavoro sulla workstation, ma da remoto

Le workstation di oggi hanno la potenza, la velocità, la configurabilità, la sicurezza e l'affidabilità adatte alla nuova era del lavoro smarter. Possono eseguire applicazioni complesse come software CAD, machine learning e data science essenziali per moltissime aziende.

Per affrontare questi flussi di lavoro impegnativi e garantire operatività senza interruzioni, è essenziale che i dipendenti, ovunque si trovino, abbiano a disposizione una potenza di fascia alta.

Questo aspetto è stato motivo di particolare preoccupazione durante la pandemia, quando il lavoro da remoto è diventato la norma per molti di noi.

La buona notizia è che gli utenti esperti possono svolgere il proprio lavoro senza essere fisicamente davanti alla workstation. Le tecnologie di visualizzazione remota permettono ora di accedere da ogni luogo, tramite qualunque dispositivo. In particolare, è possibile lavorare con latenza minima e con la stessa esperienza senza interruzioni come se si utilizzasse un desktop fisico.

Inoltre, accedendo a una workstation centralizzata i dati sono al sicuro e la collaborazione tra team è semplice, perché diversi utenti possono condividere simultaneamente un computer da remoto.

 

Mobilità delle risorse di fascia alta

Per chi vuole soluzioni hi-tech sempre a disposizione, le workstation portatili assicurano prestazioni e potenza in grado di competere con molti desktop, ovunque ci si trovi.

Le workstation desktop di nuova generazione sono anche progettate per l'esecuzione di applicazioni ancora più complesse e ad alto assorbimento di potenza, ma in formati compatti e portatili.

Ad esempio, Lenovo ThinkStation P620, la prima workstation al mondo con processore Threadripper Pro. L'aspetto incredibile è che offre l'esperienza di un sistema a doppia CPU in un dispositivo con singolo processore. Il risultato? Infinite possibilità e un'alternativa davvero conveniente ai sistemi a due socket. Ora puoi visualizzare, elaborare e creare contenuti su un sistema ottenendo un ROI senza confronti.

Tuttavia, anche se sei tu a configurare l'ambiente di lavoro e a organizzare la forza lavoro, è la potenza delle workstation, in tutte le sue forme, ad alimentare nuove tecnologie basate sui dati come l'intelligenza artificiale, favorendo un modo smarter di lavorare, qualunque sia l'attività.

 

1 Studio globale sull'intelligenza artificiale: Exploiting the AI Revolution, PwC

2 www.gartner.com/en/newsroom/press-releases